Home | Varie | Posizione del Letto Secondo il Feng Shui
posizione del letto secondo il feng shui
posizione del letto secondo il feng shui

Posizione del Letto Secondo il Feng Shui

Posizione del Letto Secondo il Feng Shui – Ti hanno detto che il letto non deve essere posizionato a sud ma a nord, ma non hai mai capito il perché? Si ritiene, infatti, che grazie alla migliore posizione del letto, sia possibile riposare bene e migliorare la qualità del sonno. In molti si chiedono quale sia la posizione migliore del letto per dormire bene. Grazie al Feng Shui tutti possiamo capire qual è l’orientamento ideale del letto per riposare nel miglior modo.

Innanzitutto, dobbiamo capire qual è la posizione migliore del letto, secondo il Feng Shui. Dunque, in ogni appartamento, si dovrebbe evitare di posizionare la propria camera da letto di fianco al bagno, oppure sopra a un garage, in quanto ci sarebbero riduzioni energetiche e masse metalliche, che comprometterebbero il nostro sonno.

Tuttavia, se la disposizione della casa non ci permette di poter sistemare la nostra camera da letto nella posizione migliore, allora è possibile colorare la porta del bagno dello stesso colore del muro.

Dove posizionare il letto secondo il Feng Shui

Per quanto concerne la sua posizione, il letto non deve essere posizionato in spazi in cui domina la luce artificiale, ma bisogna preferire quelli in cui vi è luce naturale. Inoltre, bisogna evitare anche gli spazi molto chiusi e i soppalchi.

Nel caso in cui il nostro letto sia posizionato su un soppalco, oppure si trovi in una camera molto buia, bisogna inserire all’interno della stanza delle luci, colori e tende e allargare lo spazio circostante. Naturalmente, in questo caso, gli elementi da preferire devono essere molto chiari e sempre tendenti al naturale.

feng shui posizione del letto

Se la tua camera da letto è composta da travi basse o che tagliano il letto in orizzontale, devi assolutamente rimediare a ciò. In questo caso, potresti preferire un letto a baldacchino, oppure posizionare un lenzuolo al di sopra del letto, magari legato alle travi.

Orientamento del letto

Hai capito qual è la pozione ideale del letto per dormire bene durante la notte? Ora devi sapere un’altra cosa riguardo alla posizione del letto: non deve essere posizionato a sud, ma la sua testiera deve essere posizionata verso nord.

Grazie all’orientamento a nord, infatti, è possibile riposare al meglio soprattutto durante la fase rem, quella in cui avviene il riposo vero e proprio.

Devi sapere anche che, la testiera del letto deve essere appoggiata a un muro completamente vuoto, ovvero dove non vi siano finestre, e con mani e piedi non rivolti verso la porta.

Dunque, la testiera del letto deve essere posizionata verso un muro completo, privo di finestre, ma con un’altezza maggiore, per far si che il soggetto abbia un maggior spazio di respiro al di sopra della testata.

Si consiglia di non posizionare la testiera del letto di fianco a un muro confinante con il bagno, oppure vicino al televisore o ad ulteriori fonti di rumore, in modo da evitare di sentire rumori durante il riposo notturno. Nel caso in cui non sia possibile evitare di posizionare la testiera del letto in un altro spazio, è sempre possibile insonorizzare la parete del bagno, preferendo materiali naturali, come il sughero, oppure la fibra di legno e così via.

Quale letto scegliere?

Per un riposo sano e ristoratore, dovresti preferire un letto in legno, magari realizzato con doghe in legno e privo di elementi metallici.

Per quanto concerne il letto Feng Shui, inoltre, il letto non deve presentare comandi elettrici o motorizzati, perché potrebbero disturbare il sonno. Il letto migliore da scegliere secondo il Feng Shui, quindi, è in rovere massello, unito da viti in legno.

Cosa dice la filosofia del Feng Shui?

Devi sapere anche che, per un corretto risposo notturno, il tuo letto non deve essere tagliato dalla linea che collega la porta con la finestra. In questo caso, infatti, i piedi non devono essere rivolti verso la porta d’ingresso della camera da letto.

Nel caso in cui non ci sia altro spazio disponibile in cui collocare il letto, puoi posizionarlo in un altro modo, facendo sì che la linea che collega la porta alla finestra, passi per i pedi e non per la testa.

Sicuramente, se il tuo letto è posizionato a sud, potresti risentirne maggiormente durante il sonno, ma ovviamente non è detto che questa sia l’unica causa della tua insonnia.

Se si dorme con la testa a nord, il polo positivo del nostro corpo viene sovrapposto dal polo negativo della Terra, dunque, si trova nella miglior posizione per l’ideale riequilibrio energetico e magnetico.

Posizionare la testiera del letto verso nord, quindi, garantirebbe una maggiore riduzione delle tossine, favorendo persino l’attivazione del processo di sviluppo inconsapevole del pensiero.

Tuttavia, non è detto che posizionando il letto a nord, sia possibile riposare meglio ed evitare di svegliarsi più stanchi di prima.

Infatti, ci sono persone che sebbene abbiano posizionato il letto verso nord, hanno ancora problemi durante il risposo notturno.

Con ciò, dunque, possiamo affermare che, il Feng Shui non stabilisce una sola direzione per il posizionamento del letto, ma si occupa di un attento studio, in cui attribuisce la migliore direzione del letto per avere un sonno ristoratore, a seconda del sesso del soggetto e del suo anno di nascita.

In seguito a questo studio, poi, riesce a far combaciare i dati risultanti con le virtù del soggetto. Perché si occupa di tutto ciò?

Questo perché da ogni punto cardinale giungono energie differenti, ovvero caratteristiche innate, come per esempio i venti freddi che provengono dal nord, massimo calore dal sud e così via.

Dunque, conoscere la posizione favorevole per il risposo notturno è semplice. Infatti, l’unica cosa da fare consiste nell’eseguire dei calcoli per riuscire a scoprire il numero Gua personale.

calcolo feng shui

Naturalmente, tale calcolo è differente sia per le donne che per gli uomini, ma si esegue sempre partendo dall’anno di nascita dell’individuo.

Per quanto riguarda l’uomo, bisogna sommare ogni cifra dell’anno di nascita fino ad ottenere un numero a una cifra. Poi, bisogna sottrarre questa cifra dal numero 11.

Se il risultato è 10, bisogna rifare la somma 1+0 e in questo modo si potrà ottenere il numero 1. L’ultimo numero risultante sarà il Gua per quanto riguarda il maschio. Per esempio se sei nato nel 1963 devi fare:

  • 1+9+6+3=19;
  • 1+9=10;
  • 1+0=1;
  • 11-1=10;
  • 1+0=1.

Il calcolo per la donna, invece, prevede la somma di ogni cifra dell’anno di nascita fino ad ottenere un numero a una cifra. In seguito bisogna sommare questa cifra dal numero 4. Se il risultato è 10, bisogna rifare la somma di 1+0 ottenendo il numero 1. Per esempio se sei nata nel 1969 devi fare:

  • 1+9+6+9=25;
  • 2+5=7;
  • 7+4=11;
  • 1+1=2.

L’ultimo numero, ovvero il 2, è il tuo numero Gua.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.