Allattamento e dolore al seno: le cause

Allattamento e dolore al seno: scopri le cause e come prevenire questo fastidio durante l’allattamento in questo articolo.

Dopo tanti mesi di attesa finalmente possiamo davvero conoscere nostro figlio o nostra figlia.

Per nove mesi lo abbiamo sentito crescere dentro di noi, abbiamo assistito ad ogni piccolo cambiamento, riso tanto per i singhiozzi e un poco in meno per le giravolte.

Ora è arrivato il momento dell’allattamento, quello più intimo e naturale.

Molte mamme si sentono impreparate a questo momento e in qualche caso anche sbagliate perché magari non riescono da subito a compiere questo gesto.

Una delle cause può essere il dolore al seno che impedisce di attaccare nostro figlio al seno anche per via di fastidiosi tagli.

Esistono però dei modi per prevenire le ragadi al seno e quindi vivere in modo più sereno questo aspetto.

Vediamo insieme quali sono le cause più frequenti di dolore al seno in allattamento e quali sono i rimedi che non fanno male al nostro piccolo.

Perché compare il dolore al seno in allattamento?

Il seno è una delle parti del corpo femminile che subisce la maggiore trasformazione in gravidanza, proprio perché si tratta di quella zona che si appresta a dare nutrimento a nostro figlio una volta che sarà venuto alla luce.

Una delle cause più comuni del dolore al seno in allattamento, infatti, è proprio la formazione di latte per il bambino.

Il seno subisce un cambiamento continuo e le ghiandole mammarie sono sottoposte a forte stress per tutta la durata dell’allattamento.

Si tratta in ogni caso di una sensazione che tende a scomparire dopo le prime poppate, un poco per abitudine del corpo e un poco perché riconosciamo da subito il momento in cui attaccare nostro figlio al seno, come fare per nutrire bene lui e non sentire dolore noi.

Prevenire l’ingorgo mammario

L’ingorgo mammario è una delle cause più comuni di dolore al seno in allattamento.

In questo caso il seno si presenta teso, duro e dolorante al tatto.

In qualche caso potrebbe provocare anche un aumento della temperatura corporea, ma non si tratta di un sintomo preoccupante.

È per lo più causato da uno squilibrio tra latte prodotto dalla madre e quello richiesto dal bambino.

La possiamo vedere come un processo di domanda e offerta non pienamente soddisfatta.

Prevenire questa condizione è molto semplice, uno dei rimedi più comuni per non avvertire dolore al seno in allattamento per l’ingorgo mammario è quello di attaccare più spesso il bimbo al seno.

Allattarlo alla richiesta e non in orari specifici aiuta la mamma che non soffrirà i dolori al seno e il piccolo che potrà saziarsi quando lo ritiene opportuno.

Un altro rimedio sono gli impacchi caldo e freddo.

Applichiamo un panno caldo e umido prima di allattare e uno freddo dopo la poppata per alleviare il dolore.

Perché appaiono le ragadi al seno e come curarle

Altra causa comune del dolore al seno in allattamento è la comparsa di ragadi.

Si tratta di fastidiosi tagli che si creano intorno al capezzolo causati da una posizione errata del bambino durante la poppata o comunque dal continuo sfregamento delle sue labbra su di questo.

Per non avvertire dolore è bene ricorrere a pomate lenitive a base di vitamina E, naturali in quanto si tratta di una zona delicata che entra a contatto con nostro figlio.

Cerchiamo anche, per quanto possibile, di mantenere il seno all’aria e indossiamo biancheria intima leggera e comoda. Se necessario cerchiamo anche di riposizionare nostro figlio durante la poppata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.