Battiti del Cuore e Pressione

Battiti del Cuore e Pressione

Battiti del Cuore e Pressione- Il cuore è una macchina eccezionale, una pompa che funziona ininterrottamente da quando si nasce, anzi anche prima della nascita, finché si vive. Nessuna macchina è capace di tanto e anche il cuore artificiale, sebbene la tecnologia consenta di imitare adeguatamente la funzione cardiaca, non riesce ad arrivare al grado di perfezione del cuore che batte in petto. Ciascuno può sentire i Battiti del Cuore proprio o di altre persone, rilevandolo in alcune aree di reperimento. 

Battiti Cardiaci Alti

Indice dei Contenuti

Il cuore batte costantemente e puoi rilevare i battiti in diversi punti nel corpo, laddove le arterie passano più in superficie:

  • nelle tempie
  • sul polso
  • all’inguine
  • sul collo
  • dietro alle ginocchia

Ad ogni battito corrisponde una contrazione del cuore che spinge il sangue in circolo attraverso le arterie e lo riceve di ritorno attraverso le vene per inviarlo a riossigenarsi nei polmoni.

Di norma i Battiti del Cuore si considerano pienamente normali quando, a riposo, sono in misura di 60 al minuto ma ampie oscillazioni sono altrettanto normali. Non c’è assolutamente da preoccuparsi se arrivano fino a 100 ma se superano tale limite occorre rivolgersi al medico.

Perché i battiti sono alti

I battiti alti, definiti come Tachicardia possono trarre causa da molteplici problemi. Lo stress, situazioni emozionali, anemia, problemi respiratori e molte patologie infettive e non, possono accelerare il battito cardiaco.

Se superano i 100 al minuto, occorre che il medico ne venga informato per prendere le dovute decisioni, ad esempio, eseguire un elettrocardiogramma per verificare la funzionalità del cuore ma poi anche indagare sulle condizioni di salute della persona per capire quale può essere la causa.

Una ricerca australiana recente avrebbe determinato una correlazione tra battiti cardiaci alti e aumento del rischio di infarto mentre ciò che già si sa da tempo è che una tachicardia prolungata aumenta anche il rischio di Ictus.

Battiti Cardiaci Bassi

I Battiti Cardiaci Bassi non sono pericolosi come la Tachicardia; la Bradicardia, così è tecnicamente chiamata, si caratterizza per un numero di battiti al minuto inferiore a 60. E’ assolutamente normale che vi sia bradicardia in persone atletiche.

Chi pratica sport, ha il cuore allenato a lavorare sotto sforzo, per cui quando si è a riposo deve faticare molto meno per mantenere la circolazione, quindi rallenta i battiti che possono arrivare normalmente anche a 40 al minuto.

Rischi della bradicardia

Se non sei una persona atletica e noti che i battiti cardiaci sono troppo bassi, occorre che ti rivolgi al medico. Una riduzione dei battiti cardiaci provoca un calo della pressione che si manifesta con vari sintomi:

  • capogiri
  • respiro affannoso
  • debolezza
  • formicolii soprattutto agli arti ma anche intorno alla bocca

Il sangue potrebbe giungere in modo eccessivamente ridotto al cervello provocando confusione mentale e svenimento. Il rischio principale è di giungere al collasso e di mettere a rischio anche la vita.

Se noti che i battiti sono bassi, la prima cosa da fare è bere parecchia acqua per aumentare i liquidi in circolo e sostenere la pressione.

Battiti Cardiaci Normali Anziani

Nelle persone anziane è normale che i battiti cardiaci aumentino di frequenza, non è insolito rilevare una frequenza cardiaca tra i 90 e 100 battiti al minuto, quindi non c’è da allarmarsi se l’anziano presenta tale frequenza ma occorre comunque eseguire periodicamente un elettrocardiogramma per verificare lo stato di salute del cuore.

Il problema degli anziani è soprattutto la Pressione che si rialza. Questo è dovuto solo in parte all’aumento dei battiti cardiaci ma soprattutto per la perdita di elasticità delle arterie e la possibile parziale ostruzione di queste per placche di colesterolo depositate al loro interno.

Per mantenere in buona salute il cuore occorre adottare fin da giovani uno stile di vita sano, attività fisica, alimentazione sana e bilanciata, controllo del peso e eseguire periodicamente analisi del sangue in modo da prevenire l’insorgenza di patologie di vario genere o evidenziarle per un trattamento il più precoce possibile.

Hai trovato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.