Home | Salute | Battito Accelerato e Pressione Bassa
Battito Accelerato e Pressione Bassa
Battito Accelerato e Pressione Bassa

Battito Accelerato e Pressione Bassa

La pressione è un parametro importante che va tenuto sotto controllo soprattutto se esistono già anche altre patologie. La pressione alta, l’ipertensione è un problema frequente, tante persone ne soffrono e rappresenta un rischio di carattere cardio circolatorio che può portare a problemi seri e pericolosi e comunaue non fa funzionare bene l’organismo. Anche la Pressione Bassa non ti fa certo sentire bene ma è molto meno pericolosa, almeno fino a che non si arriva a livelli preoccupanti. Se a questo si associano anche Battiti Accelerati, cosa significa?

Cos’è la Pressione Arteriosa

Il sangue viene pompato dal cuore in modo che possa raggiungere ogni parte del corpo, ogni cellula dell’organismo per portare ossigeno, nutrimento, sali minerali, ormoni e parecchio altro ad ogni singola cellula che altrimenti non potrebbe funzionare.

La Pressione Arteriosa è la forza con cui il sangue scorre nelle arterie. Tutto è paragonabile au un tubo dell’acqua con cui devi far arrivare l’acqua in un posto distante dal rubinetto.

Se la pressione dell’acqua nel tubo è troppo bassa l’acqua non riuiscirà a raggiungere il posto dove è destinata, soprattutto se a livello superiore rispetto all’origine.

Se troppo alta rischia di rompere il tubo e di arrivare comunque con forza eccessiva a destinazione con rischio di creare danni e problemi. Questa analogia è per far comprendere il concetto di Pressione Arteriosa anche se in modo estremamente semplificato.

Cos’è la Pressione Alta

La Pressione Arteriosa ottimale è di 130 di massima (sistolica) e 70 di minima (diastolica). Esiste naturalmente una tolleranza ma quando la massima supera il livello di 140 o la minima supera i 90, si parla di ipertensione o Pressione Alta.

La pressione troppo alta rischia di causare danni alle arterie, soprattutto quelle più piccole che hanno una resistenza inferiore e alle cellule di diversi organi, tra cui il cuore e i reni ma anche al cervello.

Tipica conseguenza è l’infarto cardiaco e l’Ictus, due eventi gravi capaci spesso di mettere in pericolo la vita delle persone ma anche i danni ai reni costituiscono un problema molto serio.

Battito Accelerato e Pressione Bassa

Cos’è la Pressione Bassa

Al contrario della pressione alta, la pressione bassa si ha quando i valori scendono al di sotto di 120 per la massima e 70 per la minima. Anche in questo caso si verificano problemi per la persona poiché il sangue fatica a raggiungere soprattutto le parti più periferiche tra cui la testa, quindi il cervello.

La persona con la pressione bassa ha, quindi, problemi di ossigenazione dei tessuti e questo porta a capogiri, debolezza, mal di testa, crampi agli arti inferiori, soprattutto, e sensazione di freddo.

Se la pressione scende a livelli eccessivamente bassi il cervello entra in forte difficoltà riducendo la sua funzionalità, i muscoli non riescono a mantenere un tono sufficiente e la persona perde i sensi.

Il rischio in questi casi è lo Shock, una condizione pericolosa che pone rischi per la vita.

Il Battito Cardiaco Accelerato e Pressione Bassa

Di fronte ad una necessità di nutrimento ed ossigeno che, a causa della pressione bassa, arrivano troppo poco agli organi, il sistema nervoso ordina al cuore di battere più velocemente per riportare verso l’alto i valori della pressione.

E’ piuttosto normale, quindi, che in una situazione di pressione bassa il battito sia accelerato, non rappresenta alcun significato patologico ma occorre aiutare l’organismo ad alzare la pressione. Bevande contenenti sostanze eccitanti possono essere d’aiuto ma il loro effetto è effimero.

Utile, invece, assumere cibi nutrienti, zuccheri, proteine soprattutto che aiutano a riportare tendenzialmente a livelli normali la pressione ma è anche importante l’attività fisica moderata. Se il problema è occasionale non c’è nulla per cui allarmarsi ma se il problema si presenta con una certa frequenza è opportuno rivolgersi al medico.

Hai trovato interessante questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.