Home | Varie | Bonus Pannoloni SSN Come Funziona?
bonus-pannoloni-ssn-come-funziona
bonus-pannoloni-ssn-come-funziona

Bonus Pannoloni SSN Come Funziona?

Bonus Pannoloni SSN Come Funziona? – Molti sono gli anziani che soffrono di incontinenza, e per via di questo loro problema, hanno bisogno di affrontare diversamente la quotidianità. Infatti, secondo recenti statistiche, è stato dimostrato che oltre 4 milioni di italiani necessitano quotidianamente di un adeguato servizio, come la fornitura gratuita di pannoloni. Cosa sapere a riguardo? Come funziona il bonus pannoloni SSN? Scopriamolo insieme!

Dunque, il bonus pannolini 2019, che può essere richiesto da tutti i soggetti anziani che soffrono di incontinenza, non è altro che un abbuono donato a queste persone, di tipo organizzativo proposto dalla CERGAS SDA. Attualmente, tale bonus è già disponibile in Piemonte, ma molto probabilmente potrebbe essere esteso persino a ulteriori regioni italiane, in modo da assicurare un buon risparmio a tutti coloro che ne hanno bisogno.

In buona sostanza, il bonus pannoloni è considerato un progetto con un unico obiettivo: il risparmio. Di questo progetto, ne ha parlato chiaramente Francesco Longo, sostenendo che sono disponibili oltre 300 milioni di euro che il Servizio Sanitario Nazionale sborsa per offrire a più di 1 milione di pazienti, tuttavia, si tratta di pannoloni non qualitativamente validi, tanto che le famiglie sono costrette a pagare di tasca loro ulteriori soldi per l’acquisto di pannoloni di qualità.

Anziani e Incontinenza: Perché Usare i Pannoloni?

Molto spesso, sono proprio gli anziani che soffrono di demenza senile che necessitano maggiormente dei pannoloni, poiché non avendo più il senso della ragione, tendono a confondere situazioni e tanto altro. Trattandosi, dunque, di una problematica piuttosto seria e scomoda, in un certo senso, può provocare vergogna. E, soprattutto per coloro che lo assistono, che si tratti di un parente o di un assistente, la situazione non è mica semplice.

Dunque, prima di tutto è bene sapere che, non sempre l’incontinenza è legata a malattie o disturbi a livello fisico, ma in molti casi proprio come la demenza senile, è dovuta a problematiche legate alla perdita di memoria, alla difficoltà di comunicazione e così via. E, quindi, modificando la quotidianità di un anziano che soffre di incontinenza, acquistando i pannoloni, è la soluzione migliore per risolvere questa problematica e permettere all’anziano di non soffrire di umiliazione e disagio, specialmente per quanto riguardano i bisogni fisici.

E per tal motivo, l’incontinenza negli anziani deve essere affrontata comprendendo i suoi bisogna e assicurandogli una adeguata igiene, proponendogli l’utilizzo dei pannoloni. Per limitare nel miglior modo tale disagio, quindi, bisogna affidarsi ai pannoloni a mutandina e che si adeguino perfettamente alla conformazione fisica del soggetto. Prima di tutto, però, si rivela essenziale far visitare il soggetto che soffre di incontinenza da un medico, che sappia certificare la problematica e prescrivergli la tipologia di pannoloni migliori.

L’obiettivo primario del bonus pannoloni 2019, quindi, è proprio quello di venire in aiuto alle famiglie, sostenendo la spesa per l’assistenza alle persone anziane che soffrono di incontinenza, contribuendo, allo stesso tempo, alla spesa per l’acquisto di questi dispositivi medici utili per il soggetto che soffre di questa problematica.

CERGAS SDA Bocconi e Pannoloni

All’Università Bocconi di Milano, è stato presentato il rivoluzionario progetto organizzativo assistenziale per i soggetti anziani che soffrono di incontinenza. Ci riferiamo a un’iniziativa intrapresa dal Servizio Sanitario Nazionale, che sostiene di poter offrire ad oltre un milione di anziani, pannoloni quotidiani per l’incontinenza.

Dunque, con l’introduzione del bonus pannoloni, ogni famiglia italiana ha la possibilità di poter risparmiare fino a circa 10 milioni di euro all’anno, e senza ulteriori costi per il servizio sanitario pubblico. Almeno, questo è quanto previsto dall’attuale progetto organizzativo proposto dal CERGAS SDA dell’Università Bocconi di Milano. Attualmente, bisogna sapere che, il bonus è già disponibile in Piemonte, e si spera arrivi in ogni altra nazione italiana.

Riguardo alle recenti statistiche, dunque, è stato rivelato che oltre 4 milioni di anziani italiani combattono ogni giorno con l’incontinenza, e senza poter beneficiare di pannoloni, spesso a causa dei costi troppo elevati. L’ordinanza, dunque, è stata estesa a livello regionale, ma è stato assicurato che il modello sarà proposto in altre regioni dell’Italia, garantendo a chiunque soffra di incontinenza, la possibilità di poter usufruire di tali dispositivi medici.

Il nuovo provvedimento, dunque, prevede la donazione omogenea in ogni regione italiana, con un costo che parte dai € 9 ai € 56 a paziente che possono sfruttare mensilmente grazie alla tessera sanitaria. Quindi, ogni paziente che soffre di incontinenza potrà utilizzare il budget ricevuto per l’acquisto di pannoloni, scegliendo in tutta sicurezza il prodotto più idoneo alle proprie necessità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.