Candidosi nell’Uomo

Il binomio candidosi uomo è molto meno raro di quello che si potrebbe pensare.

Difatti questa patologia colpisce indiscriminatamente uomini e donne, anche se la percezione è che sia una “malattia femminile”.

Vediamo tutto quello che c’è da sapere in questo articolo.

Candida Uomo

La candidosi uomo è un’infezione fungina causata dal fungo Candida Albicans, che è lo stesso che colpisce anche la donna.

Essa presenta una diagnosi estremamente veloce e indolore perché i sintomi che provoca sono facilmente riconoscibili dal medico, che potrà proporre una cura di immediata risoluzione.

Candida Maschile

Ci sono casi in cui è richiesta l’analisi delle urine ma riguarda pazienti che manifestano una storia medica particolare o che mostrano l’esistenza di complicazioni più o meno gravi.

Di solito vengono proposti farmaci antifungini e rimedi naturali come probiotici, aloe, calendula o Helonias assieme a Miconazonolo, Fluconazolo o Clotrimazolo.

Per la donna esistono gli ovuli vaginali, mentre per l’uomo si opta per soluzioni orali o fludi e creme da applicare direttamente sulla zona irritata.

Candida Pene

Di solito questa patologia è chiamata anche Candida Maschile perché comporta un’infezione sul pene anche se può estendersi a bocca e mani.

Anche per l’uomo non si tratta di una patologia pericolosa ma è opportuno risolverla velocemente anche se può provocare qualche imbarazzo.

Si tratta di un fungo presente naturalmente nel nostro corpo che è solito rifugiarsi in ambienti bui, caldi e umidi.

Quello della Candida è un fungo innocuo ma che, in assenza di una flora batterica equilibrata inizia a riprodursi velocemente e a creare pruriti, fastidi, eruzioni cutanee e secrezioni.

Sintomi, rimedi e cure

La candida uomo è causata dalla proliferazione di un fungo che prolifera quando i meccanismi di difesa sono in difficoltà.

A favorire l’insorgenza di questa patologia vi è l’utilizzo di antibiotici, una igiene personale non impeccabile, l’uso di detergenti aggressivi, l’immunodepressione ed il diabete mellito, per contagio da rapporto sessuale o per utilizzo di oggetti infetti.

Nonostante questi fattori di rischio non è una malattia sessualmente trasmissibile.

Si manifesta con irritazioni cutanee sul glande, prurito e fastidio alla minzione.

Si cura con farmaci anti-fungini e probiotici ma richiede una igiene personale più attenta e attenzione all’utilizzo di antibiotici, detergenti aggressivi e alimentazione sana.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.