Psoriasi guttata: quanto dura?

Psoriasi guttata: quanto dura?

Psoriasi guttata: quanto dura? Per psoriasi si intende una malattia infiammatoria cronica della pelle, che pur essendo molto fastidiosa, non è né infettiva né contagiosa.

In effetti, si tratta di una patologia molto più comune di quanto si pensi, a prescindere dal sesso, tuttavia pare ci sia una certa correlazione fra la psoriasi e alcune fra le più comuni malattie cardiovascolari, tra cui ictus e infarto del miocardio.

La psoriasi guttata generalmente si manifesta entro i 15 anni, però non è del tutto escluso che possa essere contratta fino ai 30. Di base, si tratta di una infiammazione della pelle che favorisce la comparizione di piccole macchie rosse a forma di goccia su braccia, gambe e tronco.

Le cause, fondamentalmente, risiedono in una infezione delle vie aeree, nello specifico parliamo dello streptococco, dunque può comparire anche in seguito a un semplice mal di gola, oppure una laringite o faringite. Tuttavia esistono anche altre cause che veicolano questo tipo di patologia, quali tagli, ustioni e punture di insetti, e poi gli effetti collaterali di alcuni farmaci, inclusi quelli per le malattie cardiache, oltre che per la malaria, più in generale stress, scottature, e perfino eccesso di alcol.

Insomma, pur essendo relativamente rara, la psoriasi guttata è piuttosto semplice da contrarre. Si calcola (il dato proviene da una ricerca dell’Università di Modena e Reggio Emilia) che su un campione di circa 2,5 milioni di persone, almeno il 10% soffra di psoriasi guttata, la quale, al di là delle cause già citate, può essere contratta per via ereditaria, nel caso in cui le cellule sane vengano erroneamente scambiate per nocive.

I  sintomi della psoriasi guttata includono prurito e, come dicevamo, macchie sulla pelle e lesioni cutanee, la diagnosi è piuttosto semplice, al medico basta analizzare le vie respiratorie del paziente, e per i casi più lievi si può facilmente ricorrere ad antibiotici e lozioni, oltre che cortisone e medicinali a base di vitamina D.

La durata della psoriasi guttata dipende innanzitutto dalla gravità e dal modo in cui viene trattata, chiaramente, se viene ignorata per lungo tempo, non può che peggiorare. D’altra parte però, adottando scrupolosamente la cura specifica consigliata dal medico, in poche settimane si dovrebbe guarire.

Tuttavia, nel caso di una psoriasi guttata più grave, la terapia si allunga, in quanto gli antibiotici non bastano, perciò si passa alla cura fototerapica, in cui la pelle viene esposta alla luce ultravioletta. In quel caso la patologia può arrivare a durare anche diversi mesi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.