Home | Salute | Vaccinazioni Obbligatorie in Italia
Vaccinazioni Obbligatorie in Italia
Vaccinazioni Obbligatorie in Italia

Vaccinazioni Obbligatorie in Italia

Le vaccinazioni sono il metodo più razionale ed efficace per combattere le malattie. Non solo si evita, grazie al vaccino, di ammalarsi ma si tende all’eradicazione di virus e batteri che causano le malattie stesse. Si può paragonare il vaccino ad un esercito che uccide i nemici man mano che si presentano, per quanti possano essere prima o poi saranno totalmente sterminati. Esiste un ampio dibattito sulla nocività dei vaccini e sulla loro obbligatorietà ma resta il fatto che grazie all’obbligo vaccinale sono praticamente debellate, scomparse molte malattie del passato.

Vaccinazioni Obbligatorie Per Anno di Nascita

I Vaccini obbligatori si differenziano in base alla data di nascita; più nello specifico abbiamo l’obbligo per i nati dal 2001 al 2016 di vaccinare i bambini contro le 4 malattie che già precedentemente erano obbligatori, prima del Decreto Lorenzin, ossia Epatite B, Antitetanica, Antipolio, Antidifterite cui si aggiungono Morbillo, Parotite, Rosolia, Pertosse e anti Haemophilus influenzale di tipo B

Per i nati tra il 2017 e il 2019 ai 9 precedentemente elencati si aggiunge anche il vaccino contro la Varicella, portando a 10 complessivi i vaccini per cui vige l’obbligo vaccinale.

Occorre poi puntualizzare che l’obbligo vaccinale è a tempo indeterminato, per sempre in pratica, per 6 vaccini, per quello contro Morbillo, Parotite, Rosolia e Varicella all’orizzonte c’è la revoca dell’obbligo che viene mantenuto fino a quando la copertura vaccinale non sarà tale da evitare eventuali epidemie.

Vaccino 16 anni

L’obbligo di vaccinazione per le malattie elencate sussiste per il campo d’età tra 0 e 16 anni, praticamente coprendo l’intero arco dell’obbligo scolastico più l’asilo nido e la scuola materna.

Chiaramente oltre i 16 anni decade l’obbligo delle vaccinazioni che restano comunque integrate da altre vaccinazioni facoltative alcune delle quali anche fortemente consigliate dal Ministero della Salute.

Tra queste, ad esempio, quella contro il papilloma virus, importante per le femmine in quanto assolutamente utile a ridurre il rischio di tumore della cervice ma consigliato anche per i maschi, che va eseguito dopo il 12° anno di età.

Calendario Vaccinale 2018

Il Ministero della Salute ha elaborato un Calendario Vaccinale in cui per ciascun vaccino viene determinato il periodo di vita in cui deve essere fatto e anche le dosi da somministrare, cadenzate secondo la necessità del vaccino.

Si tratta di una tabella abbastanza complessa che puoi vedere sul sito del Ministero della Sanità e che comunque volgiamo portare alla tua attenzione:

Il Calendario Vaccinale del Ministero della Salute

Vaccinazioni Obbligatorie 2018 e 2019

Le Vaccinazioni Obbligatorie in Italia, in sede di prima stesura del Decreto Lorenzin erano 12 ma sono poi state ridotte a 10. Il Decreto è stato convertito in Legge e anche il nuovo Governo, con una circolare di luglio ha confermato l’obbligo.

Dunque il Piano Vaccinale Nazionale resta invariato sia per il 2018 che per il 2019, in attesa di vedere quale livello di vaccinazione di massa si riesce a raggiungere nell’ottica di rimozione dell’obbligo per i 4 vaccini per i quali vige l’obbligo fino a revoca.

I Vaccini in Europa

Dobbiamo anche guardarci intorno: in Europa ci sono, nell’UE, 15 Paesi per cui non vi sono Vaccinazioni Obbligatorie. Questo non certo perché non si considerino necessari i vaccini ma perché le persone provvedono spontaneamente senza bisogno di obbligo.

In tali Paesi, anche senza obbligo, la coscienza delle persone e la consapevolezza dell’utilità dei vaccini ha portato ad una copertura vaccinale decisamente superiore al 97%.

Hai trovato utile questo articolo? Commentalo subito e seguici su Facebook.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.